Il gruppo Gesù Buon Pastore

L'incontro con il Signore | Il gruppo madre | La nascita del gruppo

Il gruppo "Gesù Buon Pastore" di Chivasso (TO) è nato nel 1991 per mandato del gruppo madre "Gesù di Maria" di Montanaro (TO), piccolo comune a 5 km da Chivasso.

L'incontro con il Signore e con il Rinnovamento

È perciò necessario ripercorrere a ritroso la genesi e le varie tappe del cammino di questo primo gruppo, nato nel 1986 veramente per opera dello Spirito Santo: infatti nella nostra Diocesi di Ivrea il RnS era appena agli albori e ben pochi lo conoscevano. Un gruppo di cinque persone - alcune cristiani tiepidi, altri lontani dalla Chiesa da decenni - che non si erano scelte per simpatia personale o affinità "umane" di altro genere ma erano state unite da una comune e forte chiamata alla conversione (vedi le testimonianze), iniziarono a trovarsi insieme per pregare il S. Rosario in casa e in chiesa. La nostra prima ispiratrice e guida fu dunque la nostra Santa Madre Maria che, come sempre, nella molteplicità dei percorsi, è la strada maestra che porta a Gesù.

Nel giugno 1986, per iniziativa di Don Giovanni Gerra, rettore del Santuario di Gesù Bambino di Betlemme (frazione di Chivasso), la Comunità di Gesù di Torino, guidata da Diana Trovò, portò nella nostra città un Seminario di Vita nuova nello Spirito, al quale partecipammo senza la minima consapevolezza di ciò che sarebbe scaturito da questa esperienza, anche perchè nulla conoscevamo della spiritualità carismatica.
L'Effusione dello Spirito, che seguì le prime quattro settimane di preparazione, fu per noi un vero choc: abituati come eravamo ad una preghiera "tradizionale" e ad una visione un po' scolastica di Dio, ci trovammo a vivere, per grazia, l'esperienza profonda di un incontro personale con Gesù, che si rivelava come amore e misericordia, che voleva liberarci dalle nostre schiavitù, guarire le nostre ferite e rinnovare la nostra vita.
Comprendemmo che cosa significa "vita nuova nello Spirito", vino nuovo in otri nuovi!
Anche noi potevamo dire: prima ti conoscevo per sentito dire, oggi ti conosco di persona!

Da allora nulla fu più come prima: pur continuando a sentirci peccatori, anzi, con una consapevolezza nuova delle nostre infedeltà e ingratitudini, sperimentammo il perdono di Gesù e, come una fonte, dal nostro cuore iniziò a scaturire la lode e il ringraziamento: acquistammo consapevolezza dei carismi e nacque in noi un grande desiderio di incontrarLo nell'Eucaristia e di conoscere la Sua Parola.
Come non comunicare questo fuoco che ci ardeva dentro? Come non offrire ai fratelli questo vino nuovo spumeggiante?
Lo Spirito suscita la missionarietà ma noi eravamo coscienti di essere poveri e incapaci: in attesa di comprendere il disegno del Signore per noi riprendemmo i nostri incontri di preghiera in casa, cui si unirono quasi subito altri fratelli.

Il gruppo madre "Gesù di Maria"

Questo fu il primo nucleo del gruppo "Gesù di Maria" di Montanaro (TO). Il nome, scelto successivamente in preghiera, nasceva dal desiderio di fare sempre memoria della materna presenza di Maria, che, come aveva generato Gesù per noi, aveva portato noi a Gesù.
Nei nostri primi passi, avevamo bisogno di una guida: il Signore ci mise accanto Renato, un fratello giovane di età ma anziano nel Rinnovamento, proveniente dal gruppo
Alleluja di Torino, che ci diede la formazione di base sia a livello carismatico che organizzativo; con lui formammo il primo Pastorale di Servizio e, anche se poi le nostre strade si sono divise, lo ricorderemo sempre con gratitudine e chiediamo al Signore di benedirlo.
Ben presto, visto il continuo crescere dei partecipanti, sentimmo la necessità di una sede più adatta e fummo accolti nel Convento delle Figlie di Carità della SS. Annunziata a Montanaro, dove, nel giro di pochi mesi, il gruppo si ingrandì fino ad accogliere un'ottantina di persone. Era evidente che si trattava di un progetto di Dio e non di un'iniziativa umana, perchè non avevamo ancora nè l'esperienza nè la maturità per gestire una realtà di queste dimensioni: donammo a Gesù i nostri cinque pani e due pesci e Lui fece il resto, mandandoci i primi sacerdoti, P. Roberto Bryer MS, e P. Elpidio Pasquini MS, P. Renato Scimè OFM, e Don Antonio Buffa SDB. La loro guida pastorale garantì l'ortodossia del gruppo e ci difese da pericoli e difficoltà che tuttavia non mancarono.
In quel periodo fummo accompagnati anche da fratelli anziani dei Comitati di Servizio Regionale e Nazionale (in particolare il Prof. Tarcisio Mezzetti, cui va la nostra affettuosa riconoscenza), sotto la cui guida crescemmo nella spiritualità carismatica. I nostri primi Seminari portarono nel gruppo altre persone, che ricevevano un nuovo impulso per iniziare o approfondire il proprio cammino di fede.

Non finiremo mai di ringraziare il Signore per ciò che ci ha donato in quegli anni, sempre guidandoci e correggendoci con la Sua Parola, profeticamente rivelata e facendoci scoprire la bellezza e la ricchezza della nostra Madre Chiesa: il 17 novembre 1986 ci recammo a Roma per la II Udienza di Giovanni Paolo II ai gruppi italiani del RnS. Indimenticabile fu l'emozione che provammo quando il canto in lingue dei 20.000 partecipanti, provenienti dai gruppi di tutta Italia, riempì le navate della Basilica di S. Pietro: per molti, come fu poi testimoniato, il cammino di conversione iniziò in quel momento.

Poichè la veloce crescita del gruppo ci impediva di seguire personalmente tutti i fratelli, grazie ad una mozione ispirata alla Comunità di Gesù ci fu consigliato di dividerci. Fu così che nel 1988 fu fondato il primo gruppo di Chivasso, che prese il nome "Emmanuel" e fu accolto nella Parrocchia di S. Giuseppe Lavoratore.

La nascita del gruppo "Gesù Buon Pastore"

Ma lo Spirito aveva in serbo per noi altri progetti e altri frutti: nel 1991 due sorelle della prima ora ricevettero il mandato di fondare nuovi gruppi in altre due parrocchie di Chivasso: nacquero così i gruppi "Gesù Buon Pastore" nella Parrocchia Madonna di Loreto (Convento dei Padri Cappuccini) e "Magnificat" che, dopo due anni di sede provvisoria in un locale della S. Vincenzo attiguo all'Oratorio "Beato Angelo Carletti", fu infine ospitato dalle suore dell'Istituto S. Giuseppe.
Fin dall'inizio questo secondo gruppo ebbe come Assistente spirituale
P. Aldo Cappello SJ, tornato alla casa del Padre il 16 gennaio 2004 per continuare dal cielo la sua opera (a lato fotografato durante il suo intervento all'assemblea degli animatori del RnS l'8 dicembre 2003). L'incontro settimanale avveniva il mercoledì pomeriggio e raccoglieva persone, anche molto anziane, impossibilitate a frequentare un gruppo serale.
Ma dopo soli quattro anni di vita,
nel 1995, quando l'Istituto ospitante fu chiuso e le suore trasferite altrove, il gruppo "Magnificat" dovette purtroppo sciogliersi.
Un "piccolo resto", dopo ripetuti e vani tentativi di trovare una nuova sede, accolse l'invito di P. Bruno Caminale, OFM Cap., e si fuse con il gruppo
"Gesù Buon Pastore".

Anche questa piccola comunità aveva avuto le sue traversie, gli inizi erano stati umili, non più di sei-sette persone, ma, nell'umiltà e nel nascondimento lo Spirito aveva sviluppato il dono del servizio, che si esplicò in varie attività nella Parrocchia, dal catechismo alla pulizia dei locali e della chiesa e all'impegno missionario, oltre alla visita agli ammalati, accompagnando i Padri.

Dopo la fusione, che ora comprendiamo voluta dal Signore, nostro vero e perenne "Buon Pastore", il gruppo cominciò a crescere, nuovi fratelli entrarono, alcuni per una breve sosta, altri per fermarsi e iniziare un cammino di conversione che li ha portati a diverse scelte vocazionali, ma tutti possono testimoniare di aver sperimentato nella loro vita la presenza viva di Gesù come Signore e Salvatore.

Attualmente la nostra piccola comunità, composta da circa trentacinque/quaranta persone - di cui metà al di sotto dei trenta anni - continua a riunirsi per pregare nella gioia e vivere l'abbandono fiducioso di cui parla il salmo 23.

E veramente, guardando la nostra storia passata ed osservando come ancora oggi Egli continui a guidarci sulle Sue strade, possiamo dire, con il salmista:

"Il Signore è il mio pastore:
non manco di nulla;
su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille mi conduce.
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino,

per amore del suo nome."

(Sal 23, 1-3)

Savino Piera

 

 Il gruppo "Gesù buon pastore" ritratto  il giorno 25 aprile 2010 , a Montanaro , in occasione della giornata dell'Effusione .


Se leggendo il Signore ti ha toccato il cuore e senti che nella tua vita hai bisogno di tante risposte,
se ti senti solo, povero, ferito, oppresso, affaticato...,
allora questo invito è proprio per te:

 

GESÙ TI AMA COSÌ COME SEI E TI DICE:

"TI HO FATTO COME UN PRODIGIO!"
(Sal 138,14)

Vieni anche tu da Gesù buon pastore: ti aspetta!!!

Gli incontri sono aperti a tutti
e si svolgono ogni venerdì alle 20:50
presso la "
Parrocchia "Madonna di Loreto"
CHIVASSO

HOME